domenica 4 dicembre 2016

Recensione: "Gus. L'altra metà del cuore" di Kim Holden

Buongiorno lettori e ben ritrovati con una nuovissima recensione!

Oggi parliamo di Gus. L'altra metà del cuore, il seguito di Bright Side. Il segreto sta nel cuore dell'autrice statunitense Kim Holden, editi da Leggereditore. La Holden, grande narratrice di sentimenti, con il primo romanzo ci aveva raccontato una storia d'amore e d'amicizia unica, quella di Gus e Brigh Side; una storia che si era impossessata del nostro cuore e dopo ce lo ha distrutto senza pietà! Insomma un romanzo straziante, commovente e meraviglioso come pochi. Curiosi di sapere come sarà il secondo volume, Gus. L'altra metà del cuore? Leggete la recensione per scoprirlo!

pp. 415
14,90
Lei non era solo la sua migliore amica, lei era la sua metà... L’altra metà del suo cervello e della sua coscienza, l’altra metà del suo senso dell’umorismo e della sua creatività, l’altra metà del suo cuore. Come si può tornare a essere ciò che si è stati, quando la parte più importante di noi se n’è andata per sempre? Gus è una rockstar, ma è anche un ragazzo fragile, arrabbiato con il mondo e con il destino che gli ha sottratto la persona più cara, colei che arricchiva la sua vita e dava linfa alla sua musica. A riempire le sue giornate ora ci sono l’alcol, le ore passate con la band e le avventure di una sera con qualcuna delle numerose fan, ma Gus sa che non risolverà così i suoi problemi e che niente di tutto questo potrà mai sostituire ciò che ha perduto. Svuotato e senza ispirazione, messo sotto pressione dalla sua casa discografica, Gus sente di aver toccato il fondo. Ed è in quel momento che il destino gli restituisce ciò che gli ha tolto facendogli incontrare Scout...
Ma chi è davvero quella ragazza, e cosa nasconde nel profondo del cuore? Una storia di caduta e rinascita, l’emozionante percorso di un protagonista eccezionale.
Recensione
Non immaginate neanche quante cose avrei da dirvi su questo libro, ma devo contenermi perchè, com'è mio solito, non voglio farvi alcun tipo di spoiler. Inizio col dirvi che Gus. L'altra metà del cuore è un sequel davvero straordinario,.. Potrà sembrare un'affermazione banale o forse scontata ma è così ed ora cercherò, tramite questa recensione, di spiegarvi il perchè.
Il romanzo si apre con il pov di Gus. Il Gus che ritroviamo inizialmente, però, è ben diverso dalla rockstar energica e spensierata che abbiamo conosciuto nel primo volume. Quella che vediamo adesso è la triste figura di un ragazzo angosciato, demotivato, spezzato, distrutto dalla vita che crudelmente gli ha strappato dalle braccia ciò che di più caro ha mai avuto: Bright Side, la sua più grande amica, semplicemente la sua parte migliore.

Ciò si percepisce chiaramente in queste pagine è un dolore atroce e devastante che invade crudelmente Gus, la band e il mondo che li circonda. La vita va avanti, deve proseguire così come lo stesso tour del cantante e della sua band: il lavoro del gruppo rock del momento non può permettersi pause. Ma come si può continuare a fare ciò che più si ama, quando si è convinti di non poter amare più nulla? Questo è ciò che Gus si chiede incessantemente... La circostanza di cui ci parla la Holden è narrata in modo talmente realistico, che durante la lettura, il lettore si troverà costantemente coinvolto nelle vicende e risulterà spontaneo domandarsi in che modo noi, al posto di Gus, avremmo affrontato la drammatica situazione. Essere oppressi dal management, un lavoro che richiede passione, un amore che non tornerà più... tutto ciò è semplicemente una cinica forzatura di qualcosa che, al contrario, richiede naturalezza e spontaneità d'animo.


Gus rischia seriamente di impazzire e distrazioni come il fumo e l'alcool diventano la sua valvola di sfogo. I momenti in cui il ragazzo è realmente sobrio saranno sempre più sporadici e come se non bastasse arriva lei... Lei è Clare ed è una donna che convive con un passato difficile e tormentato, ciò che la tranquillizza è il sesso occasionale e chi meglio di Gus potrebbe accontentarla? Un'anima sola e sull'orlo dell'oblio in congiunzione con un'altra che è ugualmente incasinata... Tutto ciò farà sì che Gus riversi i suoi amari dispiaceri in Clare, che quasi inconsapevolmente lo trascinerà su una strada ben peggiore: il mondo delle droghe.
La situazione non va affatto bene, il dolore per la perdita di Bright Side sembra proprio non volerlo abbandonare e c'è un nuovo album da comporre. Il manager del gruppo pensa quindi di affidare Gus alla sorveglianza di una ragazza, una sorta di babysitter, che dovrà stargli accanto ed aiutarlo a controllare se stesso.

La ragazza in questione è Scout, ed ha una personalità davvero molto particolare. Infatti, lei è chiusa, introversa, riservata e taciturna... pensate che per i primi tempi comunicherà con Gus solo tramite dei post-it e dei brevi messaggi. Scout ha la tendenza a voler nascondere ogni cosa di sè, ciò è sicuramente in parte dovuto al suo misterioso passato.
"Mentre le persone sono attirate da lui, si tengono a una certa distanza da me. Siamo come due poli opposti. [...] I suoi occhi sono più espressivi di quelli di chiunque altro io abbia mai visto. Basta uno sguardo per raccontarmi una storia. E non è mai a lieto fine. [...] Il nostro è un legame strano, che non ho mai provato con nessun altro."
In seguito il rapporto tra Gus e Scout cambierà, evolvendosi in un nuovo sentimento e  la  cosa sarà inevitabile perchè Scout dovrà trasferirsi per un consistente periodo di tempo a casa di Gus, in quanto verrà assunta da sua madre e non avendo alcun posto dove andare, decide di sostare lì.
Qualcun altro li raggiunge, ovvero Paxton, il cugino diciottonne di Scout, la persona più importante della sua vita, il suo barlume di speranza in una vita di paure e infelicità.
Paxton è un ragazzino timido e adora Gus quasi come se fosse un Dio, ammira lui e la sua musica e ho apprezzato tanto l'amicizia che si instaura tra i due, perchè questo ragazzino ci mostra uno dei lati migliori del nostro Gustov, che assume nei suoi confronti un atteggiamento protettivo, facendogli da fratello maggiore.


"Gus. L'altra metà del cuore" è davvero un romanzo sorprendente, la bravura dell'autrice ci permette di vivere sulla nostra pelle sensazioni non indifferenti. Il dolore di Gus, il suo amore per Bright Side, la sua caduta sono qualcosa di incredibilmente toccante e doloroso. Se cercate un romanzo che vi faccia provare emozioni a 360 gradi, questo è quello giusto. Inoltre se già avete letto il primo libro, vedrete come il tutto vi sembrerà ancor più amplificato. Fidatevi quando vi dico che questo è decisamente un romanzo che pianterà radici nel vostro cuore, che mai riuscirete a sradicare. La storia di Gus segnerà indelebilmente ognuno di noi; egli è il chiaro esempio di come, nonostante tutto, nella vita, così come si cade, si ci può anche rialzare. Gus ci insegna che cadere è parte integrante della vita e che l'importante è farsi spuntare le ali mentre si precipita, aggrappandosi a chi è in grado di farci stare bene. Solo così c'è possibilità di non cadere nel precipizio del buio assoluto, ma anzi di poter rinascere!

Come vedete si parla di una storia di vita vera unica nel suo genere, si parla di cammini tortuosi che lentamente ci conducono alla felicità... non sono forse queste ragioni più che valide per leggere la storia di Gus?💕


Un bacio e alla prossima, 

Carmela 💜



venerdì 2 dicembre 2016

Le nuove uscite per Newton Compton / dal 7 dicembre in libreria

Ciao readers e ben ritrovati,
anche dicembre si prospetta un mese ricco di novità editoriali ed io non vedo l'ora di presentarvele tutte! Intanto sto già stilando la mia lista dei desideri librosi per questo Natale, ma di questo parleremo in uno dei prossimi post visto che presto spero ne arriveranno tanti a tema natalizio, ora concentriamoci sulle nuove uscite che ci propone la Newton, in libreria dal 7 dicembre!

Forse non tutti sanno che a Bologna...
pp.320
€ 12,00

Curiosità, storie inedite, misteri, aneddoti storici e luoghi sconosciuti della città delle due torri

Una città piena di tradizioni e tesori, orgogliosa del suo passato. Un viaggio lungo e affascinante.


La storia di una città è fatta di frammenti di vite che si intrecciano, vicende che attraversano i secoli, episodi minimi che talvolta diventano il simbolo di svolte epocali. In questo libro la messa a fuoco sulla storia di Bologna è quella della lente d’ingrandimento: si parte da eventi perduti negli archivi o da personaggi dimenticati per ripercorrere gli oltre due millenni di storia della città e tentare di restituirne il volto multiforme. Da Felsina, ritenuta la capitale dell’Etruria, ai giorni nostri, passando per la Bologna con un porto e canali navigabili, per i fasti e le congiure rinascimentali, gli stravolgimenti del periodo napoleonico e i rifacimenti di epoca Liberty. Dal mito dell’etrusco Fero alle stagioni del postmoderno e del rock demenziale, aneddoti e curiosità per saperne di più di una città ancora ricca di segreti.


Fammi dimenticare la pioggia
pp.160
€ 0,99 (solo ebook)
N.B. in uscita l'8 dicembre

Dall'autrice di Sei solo mio

Dopo la laurea, Alice decide di realizzare il suo sogno e aprire un ristorante. Gli affari però non vanno a gonfie vele, i clienti scarseggiano e i costi sono elevati. La situazione si complica quando Lisa, la sua migliore amica, preoccupata per le dubbie amicizie del fratello, la supplica di assumerlo per un po' di tempo, per rimetterlo sulla buona strada. Ma i caratteri esplosivi di entrambi non tardano a scontrarsi. Alice è testarda e ha dei gusti molto classici, Andrea è inaffidabile, vorrebbe rivoluzionare il locale in base alle richieste del mercato e ha idee eccentriche che mettono a dura prova la pazienza di Alice. Finché entrambi capiranno che dietro a quelle liti c'è ben altro…


I grandi architetti del Novecento
pp.912
€ 14,90

Una storia dell’architettura contemporanea attraverso le personalità e le opere dei protagonisti 

Una storia dell’architettura vista attraverso i suoi protagonisti: questo vuole essere l’originale opera di Portoghesi.
Un approccio totalmente nuovo, un libro facilmente consultabile, quasi un’enciclopedia. L’ordine cronologico in cui sono state inserite le singole personalità – e quindi le loro opere – consente di seguire agevolmente tutta l’evoluzione storica dell’architettura mondiale contemporanea. Aggiornato e arricchito di nuovi profili, questo volume prende in considerazione più di cento architetti. Un panorama internazionale vastissimo: accanto a Gaudí, Mackintosh, Wright, Gropius, Mies Van der Rohe, Le Corbusier, Rietveld, i nomi italiani – come Basile, Piacentini, Terragni o Piano – non sono certo pochi, a testimonianza di una lunga tradizione e della innegabile vitalità del nostro Paese. Osservare questa pluralità di ingegni e di tendenze, spaziare tra i contesti geografici e culturali più diversi aiuta a capire l’importanza della straordinaria eredità lasciata ai posteri: la qualità artistica e l’impegno intellettuale raggiunti sono notevolissimi e il patrimonio globale di eccezionale valore. 


Palazzi e giardini di Napoli
pp.448
€ 12,00

Segreti, fasti e splendori di luoghi unici che sopravvivono al trascorrere del tempo

Sono l’anima di Napoli, dietro le loro quinte si svolgeva la vita dei signori della città insieme a quella di servitori, fantesche, stallieri e cocchieri. Le loro facciate nascondevano lo scorrere delle buie e piovose giornate dei corti inverni napoletani. Sono i palazzi e i giardini dei nobili di Napoli, baciati d’estate dal sole mediterraneo e oggi ridotti ormai a fantasmi di pietra con piccoli lembi di terra, un tempo teatro di fastose cerimonie o eventi drammatici. Questo saggio ne analizza la struttura architettonica ed è anche ricco di notizie inedite sulle antiche famiglie che nel corso dei secoli si sono avvicendate in quelle stanze. Un libro che accompagna il lettore attraverso tre lunghi itinerari nel centro antico della città, raccontando – di quei giardini e quei palazzi – le vicende imprevedibili della costruzione, la scelta dell’arredamento e quella per le piante del giardino o dell’orto. 


Grandi e piccoli eroi che hanno cambiato la storia
pp.336
€ 12,00

Le battaglie, i segreti, le imprese di uomini straordinari

Il termine eroe, seppur di etimologia incerta, deriva dal greco e significa “signore” e “principe”, ma nel suo significato più generale indica chi, con le proprie opere, si staglia al di sopra degli altri.

Nella figura dell’eroe si concretano dunque tutti gli attributi e le aspirazioni morali, sociali e culturali del gruppo umano che l’ha forgiato, tanto da farne quasi il punto di incontro tra l’umano e il divino. Per queste sue peculiarità, l’eroe diviene un modello di riferimento, soprattutto per le future generazioni. La Storia ci fornisce un’ampia galleria di eroi, che con le loro opere, le loro imprese hanno concorso in maniera determinante al progresso civile, sociale e culturale dell’umanità. Questo libro intende riportarne alla luce le gesta e ricostruirne così la giusta dimensione storica, allo scopo di comprendere meglio i valori di cui essi furono portatori. Partendo dai più noti a tutti, Cesare, Alessandro Magno, Napoleone, ma parlando anche dei meno conosciuti, Galla Placidia, Carlo Pisacane, Oskar Schindler, che la Storia ha l’obbligo di ricordare. 


A presto e buone letture, 

Carmela 💜

mercoledì 30 novembre 2016

La rubrica "Consigli di lettura Made in Italy" presenta Federica Fasolini e Jessica Black


Ciao readers,
torna puntuale anche questa settimana l'appuntamento con la rubrica Consigli di lettura Made in Italy, che vi segnala di volta in volta interessanti uscite rigorosamente italiane.  Come sapete, questa è una rubrica a cui tengo particolarmente poichè mi consente di potervi dare sempre nuovi suggerimenti per le vostre aggiunte in wishlist e contemporaneamente, dà spazio ai nostri talentuosi autori emergenti, che vedono presentate, qui sul blog, le loro opere.
Comunque bando alle ciance e vediamo insieme chi sono gli autori protagonisti del post di oggi.



Haley Foster, è una giovane ragazza di Florence, una cittadine del South Carolina. Ha un ottimo rapporto con i suoi fratelli, Aiden e Freya. La sua vita è perfetta fino a quando non riceve l'invito al matrimonio del suo ex fidanzato Drew con la sua amica del college Jenna. Haley decide che deve partecipare assolutamente a quel matrimonio, così sua madre la smetterà di preoccuparsi per la sua vita amorosa, ma non può certo andarci da sola.
Jude Coleman, avvocato penalista, si è appena trasferito nella villetta affianco a quella di Haley, lasciandosi alle spalle una relazione con una modella. Appena Jude sa del matrimonio, si propone di fare ad Haley da cavaliere.
Tra inganni disavventure e una ex fidanzata assillante, che succederà tra i due?
Venitelo a scoprire!

L'autrice
Mi chiamo Federica Fasolini, ho 20 anni e sono di Rho, un piccolo paesino fuori Milano.
Amo leggere i libri in quanto mi danno la possibilità di sognare, credere nell'amore con la A maiuscola e infine mi danno la possibilità di vivere un sacco di emozioni e avventure.
Questa mia passione mi ha portato anche alla scrittura.

Instagram: fedesweetbook / fedefaso9

N.B Questo è il primo romanzo della Florence's Series, è possibile trovare il secondo volume qui





Questa è la storia di tre adolescenti – Alessia, Francesco e Vanessa ‒ alle prese con le loro prime esperienze d’amore, tra interrogazioni scolastiche, dichiarazioni e litigi. 
Ogni capitolo segue il punto di vista di ciascuno di loro, creando un gioco di sguardi spesso divertente, una sorta di “acchiapparella”, una gara di cuori che si rincorrono a vicenda…o quasi! 

Booktrailer


L'autrice
Jessica Black nasce a Roma nel 1991. Si laurea in “Lettere” nel 2014 e sogna da sempre di lavorare a contatto con i libri. Ama inoltre il cinema, la fotografia, i viaggi e cucinare (soprattutto dolci). Se solo ti accorgessi di me, scritto a sedici anni, è la sua prima novella. 



Ed anche l'appuntamento di oggi giunge al termine. Personalmente non conoscevo queste due autrici prima d'ora e sono felice di avervi presentato le loro opere. Come al solito, spero abbiate trovato nuove letture che si adattino ai vostri gusti, per quanto mi riguarda le ho già annotate entrambe in wishlist.

Infine se siete autori di uno o più romanzi e vorreste vederne apparire uno in questa rubrica del mercoledì, vi invito a leggere la3 breve presentazione (qui) e a inviarmi una mail!

A presto, 

Carmela💜


domenica 27 novembre 2016

Recensione: "Il disastro siamo noi" di Jamie McGuire

Buongiorno lettori,
in quest'ultima domenica del mese vi parlo del nuovo romanzo di Jamie McGuire, Il disastro siamo noi, pubblicato da Garzanti lo scorso 3 novembre.
È il terzo libro della serie riguardante gli affascinanti fratelli Maddox, collegata alla famosa trilogia di New Adult: Uno splendido disastro.


Falyn ha fatto una scelta difficile rinunciando a una vita di privilegi. Il lavoro come cameriera al Bucksaw Cafè è diventato tutto per lei. Non c’è spazio per altro. Soprattutto per l’amore. Perché Falyn nasconde nel cuore un segreto che non ha mai rivelato a nessuno. Un segreto che l’ha portata lontano dalla sua famiglia e a chiudersi in sé stessa. Fino al giorno in cui non incrocia uno sguardo speciale come quello di Taylor Maddox. Uno sguardo che, lo sa bene, può portare solo guai. Molte ragazze si sono scottate fidandosi delle sue promesse tradite. Falyn non vuole che questo accada anche a lei. È ancora troppo fragile per cadere nei suoi tranelli. Eppure Taylor non demorde e la invita a cena. Un rifiuto non è una risposta che un Maddox può contemplare quando è convinto di aver trovato la donna della sua vita. Ed è lì, seduta di fronte a lui, che Falyn intravede una dolcezza dietro quell’aspetto da ragazzo che ottiene sempre quello che vuole. Incontrare la sua famiglia, vedere l’affetto che lo lega ai fratelli Travis e Trenton e alla cognata Abby, la convince ancora di più che Taylor abbia anche un lato romantico. E piano piano sente che delle crepe stanno rompendo la corazza dietro il quale si è trincerata per non rischiare più. Sarebbe facile affidare finalmente a qualcuno il peso dei suoi segreti. Sarebbe facile trovare conforto tra le braccia possenti di Taylor. Ma riaprire la porta del passato è quasi impossibile quando si è creduto di aver buttato via la chiave. Ci vuole coraggio, o forse solo la mano benevola del destino. Jamie McGuire, la regina indiscussa delle classifiche italiane, torna con un nuovo capitolo della saga dei fratelli Maddox. Dopo lo strepitoso successo della trilogia di Uno splendido disastro e di L’amore è un disastro, l’autrice amata dai lettori di tutto il mondo ci regala una storia travolgente in cui un segreto nascosto si scioglie davanti alla forza dell’amore. Perché solo i sentimenti possono far dimenticare il passato e tingere di felicità il futuro.


Recensione

I protagonisti di questo nuovo ed emozionante capitolo della famiglia Maddox sono Taylor, uno dei due gemelli e Falyn Fairchild.
Taylor fa parte di una speciale squadra di vigili del fuoco per l'estinzione di incendi nelle ampie distese verdi di Colorado Springs. La sua non è affatto una sede fissa e più volte si ritrova da un angolo ad un altro della nazione a causa del suo lavoro. Questo non ha mai rappresentato un problema per lui, perchè Taylor è il tipico ragazzo che guarda la realtà in modo disincantato. Ha un aspetto avvenente che difficilmente lascia indifferenti le donne e di ciò ne è pienamente consapevole. Nessuna le ha mai detto di no, nessuno tranne lei...
Lei è Falyn e lavora come cameriera in un piccolo ristorante di Colorado, il Bucksaw Cafè. La ragazza è stata denigrata dalla sua famiglia per alcune scelte compiute in passato che hanno segnato per sempre la sua vita. Le circostanze sono davvero più difficili di quanto possano sembrare in realtà... Falyn in poco tempo ha dovuto lasciarsi alle spalle una meravigliosa casa piena zeppa di agi e comodità, degli amici, l'università e anche la sua famiglia che non ci ha pensato due volte a lasciarla fuori porta senza neanche un posto dove andare.
Ad accoglierla sono stati i due coniugi Phaedra e Chuck, che in poco tempo sono diventati la sua seconda famiglia.
"Tutti abbiamo dei segreti, Cami. Dobbiamo solo stare attenti a non ferire chi amiamo per proteggerli."
Taylor, quando incrocia per la prima volta lo sguardo di Falyn, decide che quella sarà la sua nuova conquista e non sarà solo l'aspetto fisico ad attirare la sua attenzione, c'è ben altro... ci sono i suoi gesti spontanei, la sua apparente timidezza, il suo essere acida e amorevole allo stesso tempo, un passato impenetrabile che le conferisce un alone di misteriosità...
Falyn dal canto suo, è tentata di concedere al ragazzo anche il suo intero cuore ma non può, hai dei conti in sospeso con il passato, un futuro alquanto incerto e soffre per qualcosa che mai vorrebbe condividere... Forse è davvero giunta l'ora di lasciarsi alle spalle dolorose esperienze, ma Taylor sarà in grado di riportare alla luce l'anima della tormentata Falyn? Questo e molto altro lo scoprirete leggendo il libro!

"Dietro la speranza di un lieto fine, tuttavia, si celava il timore di subire un'altra perdita. Che fossi io ad allontanarmi o che coloro che amavo mi venissero portati via, ormai mi ero rassegnata al dolore delle separazioni."

Come mi mancava la McGuire... era da un po' che non leggevo qualcosa di suo e sono felice che sia ritornata con un nuovo romanzo sui miei adorati Maddox. Qualche anno fa, ho letto e amato la trilogia di Uno splendido disastro, Abby e Travis sono scolpiti nel mio cuore e dubito che mai mi stancherò di leggere di questa straordinaria famiglia;
Il disastro siamo noi, così come gli altri due libri che narrano la storia dei restanti Maddox, sono anche un modo per tenersi aggiornati sulle vicende della vita matrimoniale dei nostri neo sposi Abby e Trav.
I Maddox hanno caratteristiche fisiche e caratteriali in parte simili tra loro, quindi all'inizio questi romanzi potrebbero apparire un tantino simili ma con il proseguire della lettura, si entra nel vivo della storia di Falyn e Taylor... una storia di caduta, di passi falsi e contemporaneamente di rinascita, una rinascita che si manifesta solo a seguito di un amore unico, forte e vero!

L'unica pecca è che di tanto in tanto ho percepito alcune parti nello sviluppo della trama un po' troppo velocizzate per i miei gusti, Sono state effettuate scelte narrative che indubbiamente non condivido, personalmente mi sarei soffermata un po' più su alcune scene che ho trovato fondamentali per lo svolgimento delle vicende.

Tuttavia, a parte il particolare sopracitato, non posso non consigliarvi questo straordinario romanzo! Se siete amanti del genere young/new adult dovete assolutamente leggere qualcosa della McGuire, se invece, avete già avuto modo di conoscere Abby e Travis e gli altri fratelli Maddox, la storia di Taylor e Falyn è una tappa fondamentale che non potrete assolutamente perdervi!

Un abbraccio,

Carmela💜

sabato 26 novembre 2016

Arriva "Beautiful Boss", il seguito di "Beautiful Player" dal 1 dicembre in libreria

Esce il 1 dicembre, in formato cartaceo, per la Leggereditore il seguito di Beautiful Player: Beautiful Boss del duo di scrittrici americane Christina Hobbs e Lauren Billings. 

1 dicembre libreria (€12.90)

  ebook già disponibile (€4.99) 

Will Sumner non poteva non innamorarsi di Hanna Bergstrom, del suo bizzarro senso dell’umorismo, della sua determinazione. Per non parlare della sua voglia di scoprire e sperimentare insieme a lui forme sempre nuove di piacere. Tra le lenzuola la loro intesa è perfetta, ma fuori dalla camera da letto le cose sono un po’ più complicate. Quando Hanna riceve un’offerta di lavoro impossibile da rifiutare, questo brusco ritorno alla realtà sembra privare improvvisamente i loro corpi della magia che fino a quel momento li aveva resi indispensabili l’uno all’altro. Spetta a Hanna decidere quale strada intraprendere: seguire l’istinto e sacrificare il proprio futuro per un presente di gioie effimere ma irripetibili, oppure rinunciare all’uomo che le ha cambiato la vita per seguire un copione già scritto?

Il secondo capitolo della storia di Will e Hanna, i protagonisti di Beautiful Player. Un racconto emozionante e sensuale che va dritto al cuore.


Cosa dicono del libro...?
“Il ritratto perfetto dell’amore giovane, moderno.” Kirkus Reviews

“Un libro a dir poco eccitante.” USA Today

“Will è il mio preferito della serie Beautiful Bastard, è un tipo che adoro e adoro il suo modo di amare Hanna.” Scandalicious Book Reviews

“Ho amato tanto Beautiful Boss e vorrei che questa serie non finesse mai!” The Crazy World Of A Book Lover

Le autrici
Christina Lauren è lo pseudonimo di un duo di scrittrici, Christina Hobbs e Lauren Billings. Migliori amiche da sempre, condividono tutto, dalla passione per le letture romantiche al colore di smalto preferito. Beautiful Bastard, il loro esordio a quattro mani, è stato autopubblicato originariamente in formato ebook e scaricato più di due milioni di volte, diventando un vero fenomeno editoriale. Pubblicato in Italia da Leggereditore, ha registrato lo stesso incredibile successo e ha inaugurato l’omonima serie, di cui fanno parte, oltre a Beautiful Boss, Beautiful Bitch (One, 2014), Beautiful Stranger (2014), Beautiful Bombshell (One, 2014), Beautiful Player (2015), Beautiful Beginning (One, 2015), Beautiful Beloved (One, 2015) e Beautiful Secret (2015). Per la serie Wild Season sono usciti Dolce & selvaggio, e Eccitante & divertente e Sensuale & seducente. Di Christina Lauren, Leggereditore ha pubblicato anche il romanzo stand-alone Sublime.

mercoledì 23 novembre 2016

La rubrica "Conigli di lettura Made in Italy" presenta Sara Nucera e Luigi Dinardo


Buongiorno bookslovers e ben ritrovati!
Oggi è mercoledì quindi ritorna l'ormai consueto appuntamento con la rubrica Consigli di lettura Made in Italy, che ogni settimana si propone di segnalarvi le opere di almeno due autori italiani esordienti o non.

I protagonisti questa volta sono Sara Nucera e Luigi Dinardo.



Alice è una normale ragazza alle prese con l'inizio dell'università, la sua vita apparentemente perfetta viene stravolta dalla fine di un amore che l'aveva accompagnata durante tutta la sua adolescenza. il senso di vuoto che la pervade la distrae da tutto quello che aveva sempre immaginato per il suo futuro, lasciandola con infiniti punti interrogativi nella testa un'incolmabile tristezza nel cuore. Soltanto nella piccola libreria della cittadina medievale dove è nata e cresciuta, può trovare un rifugio da quel petulante senso di vuoto. Cosa le riserverà il destino? Troverà mai l'amore di nuovo?
Una storia d'amore, un'amicizia senza limiti, un giallo inaspettato, tutto in un solo libro! 

Breve estratto
Lo amavo in modo diverso, lo amavo come si amano gli arcobaleni, le rondini che sfiorano il mare. Lo amavo come si può amare l'acqua quando hai sete, perchè ne avevo bisogno, era la mia ancora ed io sono affondata con lui"




Ivan ha un rarissimo tumore allo stomaco. Cristian e Katia hanno la leucemia. Tre giovani anime che non possono sopravvivere senza l'aiuto di qualcuno. Riusciranno a trovarsi? L'amicizia e la solidarietà saranno sufficienti a salvare le loro vite? Dopo "Braccialetti rossi", un'altra storia di vita vissuta, di speranza, d'amore.

L'autore
Luigi Dinardo è un trentaduenne disoccupato barese appassionato di libri (ne ha a migliaia, sparsi ovunque per casa), serie tv e film. Ha cominciato a interessarsi alla scrittura nel lontano 2006, dopo aver terminato un’esperienza per lui formativa come il militare (anche se guardandolo adesso non si direbbe). I suoi tre romanzi più importanti sono I braccialetti della speranza, Il sangue del bersagliere e Tre nerd, due capre e una bionda. I suoi racconti e le sue poesie sono presenti in diverse antologie e attualmente sta scrivendo uno young adult ambientato in Texas.

N.B. Questo è il secondo libro dell'autore, il primo si intitola Tre nerd due capre e una bionda, ed è possibile trovarlo su Amazon qui.



Anche l'appuntamento di oggi giunge al termine. Come sempre spero che vi siano piaciuti i due romanzi presentati. Si tratta di libri dalla trama davvero insolita e credo per niente banale, sicuramente nulla a che fare con i soliti clichè.

Prima di lasciarvi, vi ricordo che se siete autori di uno o più libri e vorreste vedere il vostro romanzo in questa rubrica, non vi resta che leggere il post di presentazione che trovate qui.

A presto, 

Carmela💜

domenica 20 novembre 2016

Recensione: "Introspettiva" di Serena Bilanceri

Ciao bookslovers,
oggi finalmente ho il piacere di parlarvi di un libro davvero emozionante su cui non vedevo l'ora di dirvi due parole. Se passate spesso da queste parti, saprete che già qualche settimana fa, ho presentato Introspettiva di Serena Bilanceri nella rubrica dedicata agli autori italiani: Consigli di lettura "Made in Italy"; questa volta vi riporto le mie personalissime impressioni sulla lettura dell'opera.


Introspettiva è la fotografia che l'autrice scatta a se stessa guardandosi allo specchio. 
Scatto dopo scatto si svela, spogliando l'anima da pesanti zavorre 
del suo vissuto e aprendosi al cambiamento e alle nuove sfumature dell'essere.
Così, nello stesso specchio, chiunque, osservandosi bene, potrà arrivare a vedersi.
Introspettiva è quindi un'esortazione a leggere meglio dentro di se' e ad ascoltarsi di 
più per conoscersi, scoprirsi e accettarsi. Grazie all'accettazione, infatti, si 

può arrivare a quella consapevolezza che, nel tempo, ci porterà le giuste risposte. 

Recensione

Iniziamo con la cover, una delle primissime cose che mi ha colpita. Come potrete notare ci sono due vasi: uno completamente vuoto e un altro pieno con dentro una piantina vigorosa e in salute su uno sfondo alquanto indefinito. Di solito ho una certa predilezione per le copertine molto evocative, questa, al contrario, è decisamente sobria. Ho, quindi, dato una mia personale interpretazione a ciò che ho visto: ho trovato nelle piantine il processo biologico che accomuna tutti gli uomini, e più in generale tutti gli esseri viventi. Il prima e il dopo, semplici conseguenze della logica fugacità del tempo; In principio non c'è nulla (il vaso vuoto) e successivamente il vaso si riempie con una piantina che è cresciuta in tutto il suo splendore. Questa è solo la mia personalissima interpretazione, non so se davvero il senso sia lo stesso ma mi piace pensarla così perché ho ritrovato in molti componimenti esattamente il seguente concetto.


Serena Bilanceri, tramite le sue 43 poesie, compie un personale viaggio, percorrendo figurativamente gli avvenimenti che hanno segnato la sua vita. Ovviamente non si tratta solo di esperienze incomparabili della vita dell'autrice, al contrario, il più delle volte vengono descritte situazioni di vita quotidiana, sensazioni, emozioni tutt'altro che atipiche... Quello della Bilanceri è piuttosto un discorso di tipo globale sulla vita. In questo aspetto la bravura dell'autrice raggiunge un apice insuperabile poichè, universalmente parlando, tutti noi potremmo immedesimarci nei suoi versi. Io stessa, leggendo, ho rivisto parti di me disseminate in tantissimi componimenti.

"L' acqua allora si increspava 
e sinuosa come un' amante,
 onda dopo onda,
 si avvicinava alla riva e la faceva sua"

Quando mi fu proposto di leggere questa raccolta, non vi nego che, almeno inizialmente, fui un po' titubante nell'accettare l'idea. La letteratura è una delle mie più grandi passioni e leggere poesie è qualcosa che appartiene alla quotidianità. Tuttavia di solito a scuola ti insegnano a ricercare metafore, similitudini, e magari ad analizzare queste figure retoriche... chissà perchè, raramente, si incontrano prof che chiedono esplicitamente cosa un alunno riesca a percepire tramite un testo poetico... La cosa mi dispiace in realtà, perchè una poesia ben scritta ti apre un mondo! C'è tanto da capire, percepire, sentire... basterebbe leggere per un attimo con gli occhi del cuore e non solo della mente alla ricerca di antitesi e allitterazioni!
Ad ogni modo, la mia indecisione era dovuta al fatto che credevo sarebbe stato difficile dover recensire qualcosa scritto in versi, siccome non l'ho mai fatto. Chi mi legge spesso saprà, infatti, che normalmente, qui sul blog, si parla sempre di romanzi. Dunque ancora una volta mi sono sbagliata... Esprimervi la mia sincera opinione è stato più facile di quanto pensassi, le dita battono da sole sulla tastiera guidate ancora dalla traccia dei meravigliosi componimenti... Tutto ciò a causa della maniera di poetare della bravissima Serena.   

"Che sorpresa sentirmi impacciata
 davanti a quegli occhi curiosi
 che mi spogliavano dei miei scudi.
 Che imbarazzo scoprire
 la mia bocca prosciugata di parole."

L'autrice fa in modo che qualsiasi idea, o concetto venga espressa in modo semplice e lineare con uno stile fluido e privo di eccessivo virtuosismo. Ovviamente ci sono anche piccoli artifici retorici che rendono il tutto ancor più  elegante ma ciò non intacca la comprensione globale.

I componimenti sono di varia lunghezza, ce ne sono alcuni davvero molto brevi, altri occupano anche la bellezza di tre pagine. La cosa sorprendente è che anche il più breve ha in sé un significato degno di nota e quindi mai banale.

In conclusione se siete solite leggere poesie non potrete non apprezzare Introspettiva. Se al contrario non è il vostro genere, sono comunque del parere che dobbiate dargli un'opportunità.Vedrete che una volta iniziato, sarà difficile non lasciarsi trasportare da questi incantevoli versi.
 Il mio giudizio è estremamente positivo. Consiglio Introspettiva a chiunque, qualsiasi età abbiate, i componimenti della Bilanceri saranno un modo per riflettere su se stessi attraverso dei versi, che si propongono di compiere un viaggio nell'inesorabilità del tempo e della vita delle persone che ad esso sono soggette e molto altro ancora!

Un abbraccio, 

Carmela💜

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...