domenica 9 ottobre 2016

Recensione: "Fire. Noi siamo il fuoco" di Dorotea De Spirito

Salve lettori,
quella che vi propongo oggi è la mia recensione di un libro di genere distopico che ho davvero adorato! Sto parlando di "Fire. Noi siamo il fuoco" della giovane autrice italiana Dorotea De Spirito, pubblicato lo scorso 14 luglio, edito da Fanucci.
Dorotea De Spirito pur essendo molto giovane, ha già alle spalle diversi capolavori; in particolare è nota ai più per aver scritto la Angel Series, che ha riscosso un notevole successo.
Fire. Noi siamo il fuoco è la sua prima opera di carattere fantascientifico.

Titolo: Fire. Noi siamo il fuoco
Autore: Dorotea De Spirito
Editore: Fanucci
Genere: Fantascientifico / distopico
Pagine: 293
Prezzo: 14,90

Trama
In seguito a una guerra il mondo conosciuto è andato distrutto e la popolazione sopravvissuta si è rifugiata a Technè, una città tecnologicamente avanzata dove la vita ha un solo scopo: il mantenimento dell’ordine. Ma l’equilibrio e la pace esigono un caro prezzo: nella nuova società è vietata ogni forma d’arte e creatività, i sentimenti e le passioni sono negati perché capaci di offuscare le menti e indebolire il consenso, mentre i detrattori sono fatti sparire e accusati di Pazzia. Karis, la giovane figliastra del Guardiano la cui madre è scomparsa in circostanza misteriose, non accetta che il ricordo e i sentimenti siano perduti, la creatività imbrigliata e i giovani trattenuti come animali da ammansire. Così, quando a una festa clandestina incontra Sun, non negherà a sé stessa ciò che prova. Attraverso quel ragazzo dall’aspetto angelico ma circondato da un’aura misteriosa, Karis e i suoi amici presto inizieranno a scoprire che fuori le belle mura di Technè, e nel cuore stesso della città perfetta, si nasconde qualcosa di temibile e pericoloso...

Recensione
Inizio col farvi una piccola ma fondamentale premessa: adoro leggere libri sci-fi. È stato con Divergent, qualche anno fa, che mi appassionai a questo genere... un buon libro distopico può catapultarti in un mondo a parte dove solitamente si ha a che fare con una società diversa in circostanze post - apocalittiche, norme e regole differenti dalle nostre e che per tale motivo, a volte ci risultano anche in parte incomprensibili. Indubbiamente c'è bisogno di tanta fantasia ma non solo... bisogna saper ideare e articolare la trama in modo magistrale per far sì che essa arrivi ai lettori... Ebbene, Dorotea De Spirito con questo libro ci è riuscita alla perfezione!

Una città di cristallo, 
un ordine predefinito,
una ragazza che sfida il suo destino...

Queste sono le parole che si trovano in copertina e che accompagnano il titolo, poche parole che tuttavia condensano meravigliosamente l'elaborato intreccio della trama. La storia è ambientata in una nuova città, Technè, alias la città perfetta. Qui l'ordine regna sovrano, la tecnologia è parte essenziale della vita degli abitanti e una miriade di edifici in vetro e metello sorgono nel nucleo cittadino.  Niente può intralciare la vita intrisa di pace e monotonia, poichè a Technè è vietata ogni forma d'arte. Dalla poesia alla musica, dal cinema ad una semplice festa tra amici. Persino i sentimenti più profondi sono negati alle persone, le quali sono costrette a portare sempre con sè un cura - cuore, ovvero un aggeggio elettronico che ha il compito di monitorare continuamente le sensazioni. Chiunque non rispetti queste dure imposizioni, viene etichettato come "Pazzo", e poi rinchiuso e fatto sparire.

L'uomo giusto non si lascia sconvolgere dai piaceri, né dai sentimenti inappropriati o eccessivi ed è felice perché la giustizia stessa fornisce un senso di benessere.

Nonostante questi principi a molti siano stati inculcati fin da bambini, c'è sempre qualcuno che ancora non riesce a capacitarsi dell'inquietante situazione. Sto parlando di Karis, la nostra protagonista: una ragazza determinata che non accetta di dover reprimere i suoi sentimenti e che sente di non poter più essere parte dell'assurdo mondo governato dal suo padrino, il Guardiano.

Tutte queste certezze si consolidano quando una sera incontra un ragazzo di nome Sun, che sembra comprenderla più di chiunque altro. Sun le mosterà quanto una canzone, una poesia o una semplice pellicola possano rendere un'esistenza davvero viva. A questo punto non ci vorrà molto prima che Karis riponga in Sun tutta la sua fiducia...
Ad ogni modo i problemi non tarderanno ad arrivare... primo fra tutti, sapremo che Sun è il figlio di un uomo crudele e spregiudicato, con un importante posto di rilievo nel governo della città. 


Eventi sconvolgenti turberanno la stabilità cittadina, seminando panico e sgomento. Karis decide che non può stare a crogiolarsi ulteriormente tra le tristi mura della città e parte con i suoi amici alla volta di terre lontane che le permetteranno di scoprire nuove e destabilizzanti realtà, che le faranno percepire che il suo mondo protetto dalla consueta sfera di cristallo è ormai caduto in mille pezzi.

Fire. Noi siamo il fuoco è un romanzo straordinario che sono sicura non dimenticherò tanto facilmente. Per essere una sorta di "nuovo primo esordio" mi ha davvero stupita molto. La trama preannunciava una storia unica ma indubbiamente non mi aspettavo nulla di così sensazionale.
Dorotea De Spirito adotta uno stile narrativo semplice, scorrevole ma al contempo tanto riflessivo e accurato. Tutto viene approfondito, qualsiasi accenno a fatti o eventi durante la storia, trova risvolto nelle pagine seguenti. 

Ho adorato il modo in cui l'autrice ha descritto i vari personaggi, che appaiono come personalità a tutto tondo, dinamiche e mutevoli. Ciò sia per quanto riguarda Karis o Sun che per personaggi minori come il Guardiano o Brann. Basti pensare all'evoluzione di Karis, che attraverso una serie di peripezie scopre nuovi lati di sé che lei stessa mai avrebbe immaginato.

Per finire, se siete amanti del genere fantascientifico questo è un libro che davvero non potrete farvi scappare, se al contrario, non siete soliti affrontare questo tipo di letture, Fire. Noi siamo il fuoco potrebbe essere un romanzo adattissimo per un primo approccio! 

A presto, 



6 commenti:

  1. già adocchiato da un po' e non vedo l'ora di leggerlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che ti piacerà Patrizia ❤

      Elimina
  2. Che bella la tua recensione. Non amo questo genere anche se alcuni mi hanno piacevolmente sorpresa. Le tue parole mi hanno incuriosito, mi sa che ci faccio un pensierino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere sapere di averti incuriosita, spero davvero che potrà piacerti! 😘

      Elimina
  3. Adoro la tua recensione Carmela e spero di leggere presto questo libro ❤️

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...