sabato 31 dicembre 2016

Un piccolo pensiero per tutti voi + i libri più belli del mio 2016

Oggi è l'ultimo giorno dell'anno ed io sono ancora qui, davanti al computer, a digitare qualche altra parolina sulla mia tastiera. In questi sei mesi indubbiamente mi avrete letta già abbastanza e vi garantisco che non è mio obiettivo scocciarvi anche in queste ultime ore, ma mi è sembrato giusto dover pubblicare un ultimo post di ringraziamento per tutti voi. So che probabilmente a quest'ora sarete già alle prese con cenoni e cose varie, per cui spero solo che riusciate a concedervi qualche minuto per leggere i mie più sinceri auguri che troverete qui di seguito... 💜

Questo 2016 è stato un anno davvero incredibile per me. Ci sono stati tantissimi cambiamenti nella mia vita e con essi, più volte, ho avvertito l'incessante peso di scelte difficili che duramente mi hanno messo alla prova. Ho conosciuto nuove persone e ho cercato di tenere strette quelle che ci sono sempre state. È stato un anno di scoperte, di amicizie, di sfide ma soprattutto di crescita e innovazione. Uno degli aspetti migliori di questo anno ormai andato è stato sicuramente "Books in Kensington Gardens". Il mio amato blog è nato questa estate ed è online già da sei mesi ormai. Potrà sembrare una cosa banale ma questi sei intensi mesi hanno rappresentato tanto per me. Mi hanno aiutata a crescere, mi hanno dato la possibilità di scrivere e di comunicare con tutti voi che, ogni giorno, mi regalate qualche visita con un semplice clic. All'inizio non credevo neanche che sarei arrivata a tanto, nè che avrei portato avanti questo mio ambizioso progetto con così tanta passione e dedizione.
Prima che questo anno giunga al termine ci tengo a voler ringraziare ognuno di voi. Quelle visualizzazioni che vedo aumentare sempre più sono solo merito vostro, le mail in cui mi parlate dei vostri romanzi sono sempre una gioia, aggiornarvi sulle novità editoriali è un vero piacere e darvi la mia sincera opinione sui libri letti è la cosa che più adoro fare!
Grazie a chiunque si sia fidato almeno una volta delle mie parole, grazie agli autori, alle autrici e alle case editrici che hanno riposto in me la loro fiducia dandomi un'opportunità: spero di non aver deluso nessuno di voi!

Ribadisco ancora una volta che questi sei mesi sono stati davvero fantastici. Per il 2017 ho tanti buoni nuovi propositivi, uno di questi, è quello di continuare con il mio blog cercando di fare le cose sempre al meglio.

Concludo questi ringraziamenti con i miei più sinceri auguri. Un anno che passa sono ben 365 giorni e in un arco di tempo così vasto possono succedere una miriade di cose. La vita è una continua sfida, giorno dopo giorno... alcuni round si perdono, altri si vincono... In virtù di questo, ciò che vi auguro per il 2017 è di avere coraggio per affrontare queste sfide al meglio, vi auguro di non perdere mai le speranze e di stare bene con voi stessi e con chi amate, perchè solo così si potrà essere felici!



E ora non pensate che vi lascerò andare senza prima parlarvi ancora una volta dei nostri adorati libri! Dopo i ringraziamenti e gli auguri, anche le somme in merito di letture devono essere tirate ed io l'ho fatto con un elenco dei libri più belli che hanno accompagnato il mio 2016. Essi sono stati posti in ordine casuale. Per ognuno troverete sinossi, la cover più l'eventuale link che riporta alla recensione.

La ricetta segreta per un sogno


Il primo profumo che Elettra ricorda è quello del pane appena sfornato e dei biscotti speziati. Nella panetteria in cui è cresciuta ha imparato da sua madre che il cibo è il modo più semplice per raggiungere il cuore delle persone. Ma adesso che lei non può più occuparsi del negozio e ha lasciato tutto nelle mani di Elettra, i suoi dolci non hanno più questo potere. E tutte quelle domande rimaste in sospeso tra loro non hanno una risposta. Domande su un passato che la donna non ha rivelato a nessuno, nemmeno a lei, sua figlia. Elettra, persa e smarrita, sente di non avere altra scelta: deve fare luce su quei silenzi. Eppure in mano non ha altro che una medaglietta con inciso il nome di un’isola misteriosa, e una ricetta: quella dei pani all’anice che sua madre cucinava per sconfiggere la malinconia e tornare a sorridere. Proprio quei dolci le danno la forza per affrontare il viaggio verso l’isola del Titano, un pezzo di terra sperduto nel Mediterraneo la cui storia si perde in mille leggende. Se su un versante la vita scorre abitudinaria, sull’altro solo cortei di donne vestite di nero solcano stradine polverose che portano al mare. Un luogo in cui ogni angolo nasconde un segreto, una verità solo accennata. Un luogo in cui risuona l’eco di amori proibiti e amicizie perdute. Ma Elettra non ha paura di cercare, di sapere. Deve scoprire come mai il vento dell’isola porta con sé gli stessi sapori della cucina di sua madre, la stessa magia dei suoi abbracci che la facevano sentire protetta quando era bambina. Deve scoprire il legame tra la donna più importante della sua vita e quel posto. Perché solo così potrà ritrovare sé stessa. Solo così Elettra potrà credere di nuovo che cucinare è un gesto d’amore e che davvero esiste una ricetta per non dimenticare mai di sognare. 

Il club delle seconde occasioni


Cosa c’è di peggio che essere scaricati di punto in bianco dalla ragazza che si ama
disperatamente? Niente, River Dean ne è convinto al cento per cento. Perché è proprio quello che gli è capitato in un inaspettato pomeriggio di fine primavera: Penny l’ha mollato, senza una parola, una spiegazione. E senza nemmeno un passaggio a casa. Se n’è andata, lasciandolo da solo, a piedi, dall’altra parte di Los Angeles. River si mette quindi in cammino, deciso ad autocommiserarsi per il resto dei propri giorni. Finché un’insegna richiama la sua attenzione. Un’insegna che promette una Seconda Occasione a chiunque abbia il coraggio di mettersi in gioco. L’insegna di un gruppo di supporto per ragazzi problematici. Senza pensarci due volte, River si unisce al club. È pronto a tutto pur di guadagnarsi la sua seconda occasione. Anche a mentire spudoratamente e a innamorarsi, di nuovo. 
Pieno di equivoci esilaranti e personaggi irresistibili, Il Club delle Seconde Occasioni è un vero e proprio caso editoriale: acclamato dalla critica ancor prima della pubblicazione negli Stati Uniti, diventerà un film per Paramount Pictures. Un romanzo che vi farà piangere, ridere e riflettere. Ma soprattutto che vi rimarrà nel cuore per molto, molto tempo.

Io prima di te


A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre. "Io prima di te" è la storia di un incontro. L'incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza e la felicità, e all'improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l'una all'altra a mettersi in gioco.

 Per sempre estate


Dopo il primo anno di college, Summer avrebbe tanto voluto concedersi una magnifica vacanza in Spagna e invece è costretta a lavorare tutta l’estate nello stabilimento balneare dei genitori. Stessa sorte è toccata alla sua amica Autumn, dopo che i suoi hanno scoperto che ha passato l’anno a studiare arte e fotografia invece di economia. Quando però allo stabilimento arrivano Lucas e Tyler, l’estate sembra prendere un’altra piega. Lucas è molto attratto da Summer e lei, nonostante l’iniziale antipatia, ricambia il suo interesse. Ma nella vita di Lucas non c’è spazio per le sorprese: finita la vacanza deve tornare a New York, dove lo attende il destino che suo padre ha scelto per lui. Summer, dal canto suo, non riesce a credere che con Lucas sia stata solo una storia estiva come tante altre. Per lei quell’estate è e resterà indimenticabile. E così, ignara di ciò che la aspetta, prende il primo volo per New York…

Gus. L'altra metà del cuore


Lei non era solo la sua migliore amica, lei era la sua metà... L’altra metà del suo cervello e della sua coscienza, l’altra metà del suo senso dell’umorismo e della sua creatività, l’altra metà del suo cuore. Come si può tornare a essere ciò che si è stati, quando la parte più importante di noi se n’è andata per sempre? Gus è una rockstar, ma è anche un ragazzo fragile, arrabbiato con il mondo e con il destino che gli ha sottratto la persona più cara, colei che arricchiva la sua vita e dava linfa alla sua musica. A riempire le sue giornate ora ci sono l’alcol, le ore passate con la band e le avventure di una sera con qualcuna delle numerose fan, ma Gus sa che non risolverà così i suoi problemi e che niente di tutto questo potrà mai sostituire ciò che ha perduto. Svuotato e senza ispirazione, messo sotto pressione dalla sua casa discografica, Gus sente di aver toccato il fondo. Ed è in quel momento che il destino gli restituisce ciò che gli ha tolto facendogli incontrare Scout...

L'amore arriva sempre al momento sbagliato


Ashlyn Jennings è una studentessa modello. Ama follemente leggere, soprattutto i drammi di Shakespeare, dentro i quali, spesso, cerca risposte alle domande che la vita le pone. E adesso di punti interrogativi ne ha molti, dato che ha appena perso sua sorella gemella e, come se non fosse abbastanza, sua madre è caduta in una grave depressione. Ashlyn deve andare a vivere con suo padre e la sua nuova famiglia nel Wisconsin. La devasta anche solo l’idea di trascorrere l’ultimo anno di scuola lontana dai compagni di classe, ma non può che fare le valigie. In viaggio verso la sua nuova casa incontra per caso Daniel Daniels, un uomo distrutto. Lui ha subìto due grandi perdite nella sua vita e sta cercando di rimettersi in sesto. Pensa a tutto meno che a trovare l’amore, ma l’incontro con Ashlyn è qualcosa che va oltre le semplici leggi della chimica. Entrambi cercano di dimenticare quello che hanno provato quel giorno, finché non si “scontrano” a scuola, dove essere allieva e professore non facilita affatto le cose…

Petali di me

Il mondo di Azzurra va in pezzi quando scopre che il suo legame con Leo è costruito su una menzogna: il tradimento di lui è un duro colpo, ma ancora di più lo è sapere che il ragazzo che credeva di amare non è mai stato sincero e le ha nascosto un segreto che forse non aveva confessato neanche a se stesso. Un amore che finisce ti spezza sempre il cuore: ti fa soffrire, sgretola le tue certezze, ti fa piangere fino quasi ad allagarti dentro. Ma quando a ridurti così è la tua prima cotta, l’amico di una vita e il compagno di tante avventure, superarlo appare davvero impossibile. Dopo Leo, infatti, ogni relazione sembra difficile, e soprattutto sembra difficile poter ricominciare a credere in sé e negli altri. Eppure ci sono dolori per cui piangiamo, ma che non rimpiangeremo mai. Perché ci fanno comprendere che a volte l’amore è tutto, e a volte non è abbastanza. Che per rinascere bisogna morire. Che prima di piacere agli altri bisogna provare a voler bene a se stessi. E perché sono l’inizio di un cammino che ci insegna a crescere, a superare le delusioni e a vivere ogni emozione fino in fondo, trasformando le nostre insicurezze in splendide ali di farfalla.

Introspettiva


Introspettiva è la fotografia che l'autrice scatta a se stessa guardandosi allo specchio. 
Scatto dopo scatto si svela, spogliando l'anima da pesanti zavorre 
del suo vissuto e aprendosi al cambiamento e alle nuove sfumature dell'essere.
Così, nello stesso specchio, chiunque, osservandosi bene, potrà arrivare a vedersi.
Introspettiva è quindi un'esortazione a leggere meglio dentro di se' e ad ascoltarsi di 
più per conoscersi, scoprirsi e accettarsi. Grazie all'accettazione, infatti, si 
può arrivare a quella consapevolezza che, nel tempo, ci porterà le giuste risposte.


E questo è tutto. Se avete letto fin qui sappiate che sarei contenta di conoscere anche quali sono i vostri libri preferiti di questo 2016, per cui se vi va potete farmelo sapere attraverso un commento, con un messaggio su Facebook o in qualsiasi altro modo preferiate. Ancora tanti auguri e al prossimo anno!



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...