martedì 19 luglio 2016

Book Tag: caffè e biscotti

Salve readers,
con questo post rispondo ad un book tag in cui il mio blog è stato nominato. Innanzitutto ringrazio Sara del blog Panico da Recensione che mi ha coinvolta in questa splendida iniziativa! Sono molto contenta e rispondo al tag con estremo piacere!

Le domande che Sara ha posto sono tutte davvero interessanti e mi saranno utili per parlarvi un po' di me e più in generale delle mie letture... quindi ora non perdiamo altro tempo e veniamo alle domande!

Hai mai faticato ad approcciarti a un libro famoso che tutti hanno adorato?
Quando so che per qualche motivo un libro acquista una certa fama non posso fare a meno di leggerlo. Ciò che mi induce a farlo è principalmente il fatto che mi interessi scoprire per quale motivo tante persone si siano avvicinate a quel determinato romanzo, ma non sempre ho capito questa cosa e molte volte mi sono arresa al pensiero che non lo saprò mai. In ogni caso ultimamente mi è capitato di iniziare la lettura di Calendar Girl, ma ammetto che ho fatto fatica a continuarlo e così l'ho lasciato incompleto! Non ho trovato nulla di speciale in questo romanzo e mi dispiace non averlo terminato... in verità non sono proprio il tipo di persona che lascia la lettura di un libro a metà, tuttavia mi piace pensare che forse questo semplicemente non è stato il momento giusto per approcciarmi a questa lettura... forse se in seguito lo riprenderò potrei anche cambiare idea!

Quale autore poco conosciuto consiglieresti di leggere?
L'estate scorsa mi è capitato di leggere un libro che ho trovato straordinario, l'autrice è una donna americana e si chiama Ava Dellaira, il libro in questione è "Noi siamo grandi come la vita", in Italia non è molto conosciuta ma consiglio vivamente questo suo romanzo.

Esiste un libro che hai comprato solo per la sua copertina?
Sono fermamente convinta che la copertina non debba influire così tanto nella scelta di un romanzo... se un libro ha una copertina dai colori vivaci e sgargianti di certo non vuol dire che sarà indubbiamente più bello rispetto ad uno con una copertina dai colori spenti e poco appetibili; tuttavia anche l'occhio vuole la sua parte, quindi non vi negherò che qualche volta mi sono fidata solo della copertina. Recentemente ho comprato "Un regalo da Tiffany" senza leggere la sinossi ma solo perchè la copertina mi attirava parecchio.

Un libro che non hai alcuna intenzione di leggere?
Non saprei, mi piace dare una possibilità a qualunque cosa, quindi non c'è un vero e proprio libro che credo non vorrò mai leggere. Tendo sempre ad aggiungerne di nuovi alla mia lista e soprattutto mi piace giudicare  un romanzo solo dopo averlo terminato, cercando di esternarmi il più possibile dai giudizi altrui.

Hai mai saltato alcune pagine o lunghe descrizioni di un libro?
In genere non lo faccio mai, mi è capitato raramente e in quel caso ho capito che il libro in questione sicuramente non faceva per me. Sono convinta che un buon libro prima di tutto non debba mai farti annoiare!

Qual è il tuo libro preferito per bambini?
Indubbiamente Peter Pan, è sempre stata la mia fiaba preferita. Dopo aver visto, da bambina, le tante trasposizioni cinematografiche, ho letto entrambi i libri scritti da Barrie, e l'ispirazione per il nome del blog viene proprio da qui. Il primo libro che narra le avventure di Peter Pan è  "Peter Pan nei Giardini di Kensington", ho sostituito il nome di Peter con la parola Books nel titolo originale... Ed ecco così il nome del blog!


Un libro o una serie che sai che rileggerai prossimamente?
La saga di Divergent, una delle mie preferite, è da un po' che non prendo in mano uno dei volumi della Roth e mi mancano, quindi lo farò al più presto!

Qual è il posto più strano dove hai letto?
A dir la verità mi piace leggere sul divano di casa mia, quando lo faccio altrove sono sempre luoghi abbastanza comuni ma che potremmo definire strani per il fatto che non facciano parte della mia routine. Quindi ti dico la montagna, è capitato qualche settimana fa... una gita di famiglia e scegliemmo di andare in montagna e ovviamente io avevo con me un libro, quindi di pomeriggio ne approfittai per leggere.

Un libro che ti piacerebbe leggere sotto le stelle?
Direi sicuramente "Ricordati di guardare la luna" di Nicholas Sparks, uno dei miei libri preferiti!


Cosa ti piace mangiare leggendo?
Non ho preferenze particolari, mi basta una bibita fresca!

Bene readers, le domande finiscono qui e ribadisco che per me è stato un immenso piacere risponderle. Se c'è qualche domanda tra queste che vi piace particolarmente sarei felice di sapere la vostra risposta nei commenti.
A presto!


8 commenti:

  1. Ciao! Sono Licia del blog Leggo Rosa (http://leggorosa.blogspot.it/). Ho partecipato anche io al Tag Book di Sara e mi sono divertita a rispondere. Ho notato che ad alcune domande abbiamo risposto in modo simile. E' evidente che tra noi amanti dei libri c'è un filo comune... Ho letto diverso tempo fa "Un regalo da Tiffany" e mi è rimasta una sensazione positiva. Quando lo leggi, fammi sapere cosa ne pensi! A presto e buona estate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Licia, passo subito a leggere le tue risposte. "Un regalo da Tiffany" l'ho comprato da poco e ancora devo leggerlo ma conto di farlo per la fine dell'estate, ti farò sapere se mi piacerà! ;)

      Elimina
  2. Ciao! Concordo con te, un buon libro non deve farti annoiare! ;-)

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Grazie a te Sara per avermi nominata! :)

      Elimina
  4. Mamma miaa, "Noi siamo grandi come la vita". E' uno dei primi libri che ho letto quest'anno! *-*
    Il libro di Peter Pan è piaciuto tanto anche a mee!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra l'altro "Noi siamo grandi come la vita" ha molto in comune con "Noi siamo infinito", un altro libro che mi è piaciuto tantissimo!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...